Veronica Rosazza Prin e il suo primo libro

Veronica Rosazza Prin è una ragazza che viene dal nulla. Dalla campagna, dai monti, dalle casette di pietra. Dal silenzio e dalle poche distrazioni. Da ciò che può fare la differenza.

Veronica Rosazza Prin è stata una bambina, dai capelli rossi e tante idee in testa. Tante domande. Qualche volta i bambini sono così curiosi che il modo migliore che hanno per trovare risposte è diventare adulti intelligenti. Questo è ciò che era lei.
Così ha iniziato a studiare e studiare, per cercarne e per scegliere quelle a cui poteva credere di più.
Questo è ciò che è diventata.

Veronica Rosazza Prin è una scrittrice, ma forse non lo sapeva neanche lei fino a qualche tempo fa. Le sue risposte sono racchiuse in un libro che, ironia della sorte, fa sorgere domande su domande. Tipico di chi sa in cosa crede.

Veronica è anche la mia scelta in questo disastro di mondo che è diventato l’editoria: una gara a chi vende di più, un rincorrersi di strategie di marketing per arrivare facilmente a quante più persone possibili. Ma no, non era la sola creatività quella che mi interessava, ma anche l’ingegno. Era cultura e abilità insieme.

E il suo è un romanzo che sembra un saggio, o forse la memoria di qualcosa di profondo e antico.

Anche la Stampa ha parlato di lei e non potrei esserne più orgogliosa.

Veronica Rosazza Prin è una donna meravigliosa e ha scritto il suo primo romanzo, che non vedo l’ora di presentarvi. Qui trovate il link al suo blog, nel caso fossi riuscita a mettervi un po’ di, lo abbiamo dimostrato, sempre buona e sana curiosità.

Precedente Letture in quarantena, racconti di beneficenza Successivo Scrivere una storia ed esercizi di scrittura